Uroleague 2015 a Napoli

Uroleague 2015 a Napoli
30 Settembre 2015 Giovanni Ferrari

RE-DO Surgery, quando le cose non sono mai facili

Dal 27 al 29 settembre 2015 ho partecipato all’evento UROLEAGUE dell’AURO (Associazione Urologi Italiani) come operatore in diretta. Il tema del congresso era: “RE-DO SURGERY quando le cose non sono mai facili”.

Ci siamo incontrati domenica (peraltro giorno del mio compleanno), per vedere i casi da trattare. Mi sono entusiasmato per la grande e fattiva collaborazione tra noi tutti chirurghi operatori che insieme abbiamo cercato la soluzione migliore a casi molto complicati già sottoposti ad interventi di vario genere. Si è trattato di un bell’esempio di collaborazione per il bene del paziente.

Il giorno dopo ho operato il mio caso-paziente che era stato operato con metodo classico alla prostata per via endoscopica senza risolvere i suoi problemi tanto che ancora era portatore di catetere. Ho utilizzato il Green Laser per rimuovere tutto il tessuto adenoma toso residuo mostrando così l’efficacia del laser verde.

Il convegno molto interessante è stato magistralmente organizzato dal dott. Paolo Fedelini primario dell’Ospedale Cardarelli di Napoli e dal suo aiuto mio caro amico Maurizio Carrino. Abbiamo anche apprezzato la sempre ottima cucina napoletana!

UROLEAGUE-napoli

Sono anche stato intervistato dal simpatico e grande giornalista Alberto Paleari insieme ad Antonella Marchitto che si sono mostrati interessati alla tecnica Green Laser.

Ho poi condiviso esperienze clinico chirurgiche ma anche personali coi colleghi nella foto Christian Gozzi ideatore della sling advance, Rodolfo Hurle che ha mostrato la TURV nei bloc per i tumori vescicali, Paolo Puppo grande laparoscopista e segretario Auro, Maurizio Carrino esperto di chirurgia del pene e Paolo Fedelini primario urologo del Cardarelli di Napoli

La Rassegna Stampa dell’evento

» Quotidiano Sanità

» In Salute News

» InterNapoli

» Napoli Time

» Bassa Irpinia

» Dentro Salerno

» Fidest

» Informazione.it

Comments (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

cinque × quattro =